Nel 1956 la Boni cambia attività, iniziando a gestire una latteria in via Porrettana, nella zona della funivia che collegava Bologna al Santuario di San Luca; è un lavoro duro: alle 6 di ogni mattina occorre essere presenti nell'esercizio per ricevere il latte allora consegnato in pesanti bidoni di alluminio, che viene venduto sfuso ai clienti. E questo anche la Domenica, poiché il latte è considerato un alimento di primaria necessità e non vi erano certamente i metodi di conservazione attuale.
anno 1964

Trattoria Boni - Via Don Luigi Sturzo, 22/c-d - Bologna

 
 

campagna spaghetti all'amatriciana